° I protagonisti
° Le carte Geo-politiche
Il Risorgimento
° Le bandiere
° L’arte nel Risorgimento
° Le case regnanti
Michele Morelli e Giuseppe Silvati
Santorre di Santarosa
Silvio Pellico
Conte Confalonieri
Giuseppe Mazzini
Giuseppe Garibaldi
Vincenzo Gioberti
Cesare Balbo
Attilio
e
Emilio
Bandiera
Carlo Cattaneo
Goffredo Mameli
Luciano Manara
I Triumviri della Repubblica Romana
Carlo Armellini, Giuseppe Mazzini ed Aurelio Saffi
Jessie White Mario
Anita Garibaldi
L’arresto di Ugo Bassi
Massimo D’Azeglio
Camillo Benso di Cavour
Carlo Pisacane
Felice Orsini
Napoleone III
Nino Bixio
Monumento ai fratelli
Enrico e Giovanni Cairoli
La breccia di Porta Pia
Le case regnanti d’Italia
alla proclamazione
dalla Restaurazione
del Regno d’Italia
Stato della chiesa
Papa Pio VII 1800 – 1823
Papa Leone XII 1823 - 1829
Papa Pio VIII 1829 – 1830
Papa Gregorio XVI 1831 - 1846
Papa Pio IX 1846-1878
Regno delle Due Sicilie
Ferdinando I di Borbone
1816-1825
Francesco I di Borbone
1825 - 1830
Ferdinando II di Borbone 1830-1859
Francesco II di Borbone 1859 - 1861
Regno Lombardo-Veneto
(Stato dipendente dall’Impero Austriaco)
Francesco I Imperatore d’Austria
1815-1835
Ferdinando I 1835-1848
Francesco Giuseppe I
1848-1916
Granducato di Toscana (1814-1859)
Ferdinando III d’Asburgo-Lorena
(1814-1824)
Leopoldo II d’Asburgo-Lorena
(1824-1859)
Ducato di Modena e Reggio
Francesco IV d’Austria- d’Este
(1815-1846)
Francesco V d’Austria- d’Este
(1846-1859)
Ducato di Parma e Piacenza
Maria Luisa d’Asburgo 1814-1847
Carlo II di Borbone 1847-1849
Carlo III di Borbone 1849-1854
Roberto I di Parma
(reggenza della madre, Maria
Luisa di Borbone-Francia)
Ducato di Massa e Carrara
Maria Beatrice d’Austria-Este
1815-1829
…dal 1829 al 1859 il Ducato di Massa e Carrara
è annesso al Ducato di Modena
Ducato di Lucca
Carlo Lodovico di Borbone-Parma
1815-1847
(nel 1847 diviene duca di Parma
con il nome di Carlo II)
…nel 1847 il Ducato di Lucca
passa al Granducato di Toscana
I re di Sardegna
prima dell’unità
Vittorio Emanuele I (1814-21)
Carlo Felice (1821 – 31)
Carlo Alberto di Savoia
Carignano
(1831 –49)
Dal Regno di Sardegna…
Vittorio Emanuele II (1849 – 61)
…al Regno d’Italia
Vittorio Emanuele II (1861 – 78)
Carte geo-politiche dell’Italia,
dal Congresso
di Vienna all’unificazione
Italia dopo il Congresso
di Vienna (1815)
I moti liberali del 1820 – 1821
nell’Italia meridionale
La prima fase della prima Guerra d’Indipendenza
(Marzo – Luglio 1848)
Accordi
di Plombieres (1858)
Seconda Guerra d’Indipendenza
La spedizione dei Mille
(5 maggio – 26 ottobre 1860)
Il completamento
dell’unificazione
d’Italia
La Storia d’Italia attraverso le bandiere
Dalle Repubbliche giacobine al Regno d’Italia
1794
13-14 novembre a Bologna durante il tentativo di rivolta di Luigi
Zamboni e Giovanni Battista
de Rolandis vengono distribuite coccarde
tricolori (verdi, bianche e rosse),
simbolo di “giustizia, uguaglianza, libertà”.
1796
18 Maggio a Milano Napoleone consegna
alla Legione Lombarda il Tricolore con i
colori verde, bianco e rosso ricordando il
sacrificio di Luigi Zamboni e Giovanni
Battista de Rolandis.
1797
7 Gennaio: a Reggio Emilia su proposta di Giuseppe
Compagnoni, segretario della Repubblica Cispadana,
viene adottato il tricolore a righe orizzontali con al
centro il Turcasso con quattro frecce a simboleggiare
l’unione di Bologna, Ferrara, Modena e Reggio Emilia,
ai lati le iniziali della Repubblica Cispadana.
1798
11 Maggio: il Gran Consiglio della Repubblica
Cisalpina decreta che “la bandiera della Nazione
Cisalpina è formata di tre bande parallele all’asta, la
prossima all’asta verde, la successiva bianca, la terza
rossa”
1802- 1805
Repubblica Italica: il drappo
era quadrato o di forma
allungata.
Regno Italico
Marzo 1805 – Primavera 1814: la
bandiera della Repubblica Italica non fu
cambiata, ma venne aggiunta al centro
l’aquila d’oro napoleonica.
1848
23 Marzo: Carlo Alberto dichiara guerra
all’Austria, adotta il tricolore a fasce verticali,
con al centro lo scudo dei Savoia.
1861
14 Marzo: alla nascita del regno d’Italia viene
adottato il tricolore del regno di Sardegna con
l’aggiunta della corona reale sullo stemma dei
Savoia. Durerà fino al 1946.
Bandiere della rivoluzione
Bandiera della Giovine Italia creata nel giugno 1831 a Marsiglia.
“Tutti gli uomini di una nazione sono chiamati per la legge
di Dio e dall’umanità, ad essere uguali e fratelli”.
“ L’istituzione repubblicana è la sola che assicuri questo
avvenire”.
Finchè, domestica o straniera, voi avete tirannide, come
potete aver patria? La patria è la casa dell’uomo, non dello
schiavo.
Estratti dal libro dall’istruzione generale per gli
affratellati nella Giovine Italia di Giuseppe
Mazzini.
Venezia insorge contro l’Impero
Asburgico. Nasce la Repubblica Veneta
guidata da Daniele Manin e Niccolò
Tommaseo.
Repubblica Veneta 17 marzo 1848
Milano insorge contro l’Impero Asburgico.
Si forma un governo provvisorio guidato
da Gabrio Casati.
Governo provvisorio Lombardo
18 marzo 1848
Repubblica Romana 9 febbraio 1849.
Si costituisce la Repubblica Romana creata dal
triumvirato costituito da
Carlo Armellini, Aurelio Saffi e Giuseppe Mazzini.
Artisti dell’Ottocento,
figli della rivoluzione!
F. Hayez- I Vespri Siciliani- 1821
F. Hayez- I profughi di Parga- 1831
F. Hayez
Ritratto del conte Baglioni
Proclamazione della Repubblica Romana
A. Pinelli- La battaglia del 30 aprile 1849
D. Russo- Garibaldi a Roma
E. Matania
Compagnia Medici,
Mazzini portabandiera
D. Induno - L’arrivo del Bollettino di Villafranca
D. Induno (1865)
Posa della prima pietra della Galleria a Milano
E. Ximenes
Garibaldi,
p.zza Cairoli Milano
I. Caffi
La partenza del garibaldino
G. Induno- Triste presentimento- 1862
G. Induno- Imbarco di Garibaldi- 1860
F. Liardo
Bombardamento di Palermo
1865
F. Palizzi - Garibaldini prima della battaglia del Volturno
F. Palizzi - Amedeo di Savoia ferito - 1866
A. Trezzini - I garibaldini a S. Fermo, 1860
S. Lega
Don Giovanni Verità
G. Fattori- Il campo italiano dopo la battaglia di Magenta
G. Induno - La battaglia di Magenta - 1861
LEGENDA:
: PONTE
: PONTE DISTRUTTO
: LOCALITA’
TURBIGO
: NAPOLEONE III
: II CORPO D’ARMATA/
MARCALLO
TICINO
DIV. ESPINASSE
NAVIGLIO
: II CORPO D’ARMATA/
DIV. MOUTTEROUGE
BOFFALORA
: LINEA DIFENSIVA
MAGENTA
AUSTRIACA (CLAM-GALLAS)
SAN
MARTINO
TRECATE
Battaglia di
Magenta
4 giugno 1859
PONTE
VECCHIO
E. Meissonier - Napoleone III a Solferino, 1863
C. Bossoli - Battaglia di Solferino - 1859
Cavalleria francese a S. Damaso, 1860
Battaglia di
Solferino
24 giugno
1859
G. Fattori – Custoza - 1880
Q. Cenni – Custoza - 1885
Cartolina storica edita a Lubiana
Battaglia di Custoza
Situazione alle ore 9
Battaglia di Custoza
Situazione alle ore 15
Bibliografia
• Sergio Masini - Le battaglie che cambiarono il mondo - Mondadori, 1995
• Antonio Brancati- Trebi Pagliarani - Il nuovo dialogo con la storia - La Nuova Italia,
2003
• AA. VV. - Enciclopedia militare - Milano, 1933
• AA. VV. - Enciclopedia della storia universale - De Agostini, 1993
• AA. VV. - Atlante geografico & atlante storico - Loescher, 1990
• G. Bordino, AA. VV. - Sette secoli d’Europa 2 - Sei, 1997
• J. W. Mario - Garibaldi e i suoi tempi - Fratelli Treves, 1887
• R. Romano, C. Vivanti (coord.) Storia d’Italia dal primo Settecento all’Unità
Einaudi, 1995
• R. Romano, C. Vivanti (coord.) Storia d’Italia dall’Unità a oggi - Einaudi, 1995
• Antonio Desideri - Storia e storiografia - G. D’Anna, 1997
• Consultazione da vari siti Internet di pubblico dominio
Hanno contribuito alla realizzazione della ricerca
gli studenti della II C del Liceo Classico “Plauto”:
Alexiu Valentina
Andriollo Francesco
Aparo Valerio
Biancacci Chiara
Bottiglia Flavia
Canu Eleonora
Conti Eleonora
Cordaro Francesca
De Giosa Edoardo
de Nigris Francesco
Fiorillo Margeaux
Genualdo Flaminia
Lippolis Federica
Lorè Elena
Macchiarella Giulia
Mariottini Beatrice
Menghi Silvia
Proietti Sara
Rufoloni Alessia
Schettini Valerio
Schiboni Flavia
Sciarcon Martina Sara
Turini Giulia
Aparo Giorgio (II E)
Descargar

Immagini del Risorgimento