Intelligenza artificiale
Francesco Degani
Concetto di intelligenza artificiale
●
●
●
Con il termine “intelligenza artificiale” si intende l'abilità di un
computer di svolgere funzioni ed effettuare i ragionamenti
tipici della mente umana.
Si cercano quindi algoritmi che permettano alle macchine di
mostrare attività intelligente.
Si cerca di dare alle macchine definizioni formali di
ragionamento ed apprendimento.
Nascita dell' intelligenza artificiale
●
●
Nasce attorno alla prima metà del novecento ad opera dello
studioso Alan Turing
Propone il primo modello di
calcolatore automatico universale,
la “Macchina di Turing”.
●
Macchina per implementare algoritmi, utilizza un nastro e una
testina, memorizza n istruzioni di base e lavora su n stati.
Storia dell' intelligenza artificiale
●
Turing propose in un articolo del 1950 della rivista
“Computing machinery and intelligence” il Gioco
dell'imitazione. Teoria elaborata al fine di capire se
un computer è intelligente.
Storia dell' intelligenza artificiale
●
Nel 1943 Warren McCulloch e Walter Pitt eseguono il primo
lavoro con intelligenza artificiale progettando la “rete
neurale”.
Ogni calcolatore è
una unità
matematica
complessa e viene
pensato come se
fosse un neurone
celebrale
Storia dell' intelligenza artificiale
●
●
Nel 1956 John McCarthy riunisce, in un congresso a
Dartmouth, i più importanti studiosi nel campo informatico e
propone per la prima volta il nome “Artificial Intelligence”.
Nel 1958 produce Lisp (List processing), linguaggio dedicato
alle intelligenze artificiali per la risoluzione di problemi.
Si basa sul concetto di programma
come funzione. Utile per programmi
che usano massicce ricorsioni
Storia dell' intelligenza artificiale
●
●
Negli anni tra il 1970 e il 1980 nascono i primi limiti alle reti
neurali soprattutto con riguardo all'esplosione combinatoria
(aumento esponenziale dei tempi di calcolo rispetto alla
dimensione del problema)
Nascono i primi sistemi esperti con base di conoscenza per
prendere decisioni e le prime applicazioni nella diagnostica
medica.
Storia dell' intelligenza artificiale
●
●
●
●
Nel 1973 nasce il linguaggio Prolog. Questo
diventa subito un grande competitore di Lisp.
Si basa sull'utilizzo di predicati
Permette di intraprendere scelte di vario tipo
dialogando con interlocutori esterni.
Nei primi passi di questo linguaggio oltre ai
ricercatori nel campo dell'informatica e
dell'intelligenza artificiale si adoperano anche
filosofi per approfondire gli aspetti logici e
dichiarativi.
Attuali applicazioni dell' I.A.
●
●
Dagli anni 80 ad oggi Prolog è utilizzato per risolvere
problemi di relazioni logiche tra oggetti.
Il suo concetto attuale è quello di usare architetture parallele,
risolve problemi di ricerca della conoscenza (ovvero di
ricerche in database) sfruttando la potenza di computer
multiprocessore per agire contemporaneamente in più parti.
Attuali applicazioni dell' I.A.
●
Prolog può essere usato oggi per ottenere vari tipi di
programmi e funzioni:
- Intelligent systems: programmi che eseguono compiti utili,
servendosi di tecniche di intelligenza artificiale.
- Expert systems: sistemi intelligenti che riproducono aspetti
di decision-making al livello delle esperienze umane.
- Natural language systems: programmi per l'analisi e la
risposta a istruzioni fornite in linguaggio naturale.
- Reletional dataBase system: per la multi-gestione di
dataBase di grandi dimensioni.
Attuali applicazioni dell' I.A.
●
Aree metodologiche dell'I.A.:
- Rappresentazione della conoscenza
- Ragionamento automatico e ricerca di
soluzioni
- Pianificazione
- Apprendimento automatico
Attuali applicazioni dell' I.A..
●
Aree applicative dell' I.A.:
- Sistemi esperti
- Robotica
- Elaborazione del
linguaggio naturale
- Elaborazione grafica di
immagini
Applicazioni nell'economia
●
●
●
I.A. inserite in macchine robotiche per le produzioni industriali
Utilizzo di strumenti come il dataWarehouse e il dataMining
per la gestione e l'elaborazione di informazioni
Utilizzo di sistemi esperti nelle banche per quanto riguarda le
aree crediti, il profilo finanziario dei clienti e la composizioni
del portafoglio.
Il futuro dell' I.A.
●
Verranno elaborati dei nuovi sistemi esperti in grado di
risolvere per noi un gran numero di problemi.
Motore
inferenziale
Meccanismo
di
spiegazione
Interfaccia
con
l'utente
Il futuro dell' I.A.
●
Verranno utilizzate I.A. in grado di prendere decisioni
autonome in base a degli ordini generali impartiti ed al
contesto ambientale dove sono inserite. Queste I.A. Verranno
usate in vari ambiti:
●
- Elettrodomestici
●
- Apparecchi multimediali (ipod, pc, cellulare)
●
- Tecnologie spaziali e militari (sonde robotiche, aerei e
missili)
●
- Tecnologie mediche e biomediche
●
- Valutazioni strategiche e di scenario nelle imprese
Il futuro dell' I.A.
Nei prossimi anni l'obiettivo degli scenziati sarà passare
dall'intelligenza alla conoscenza, ovvero riuscire a creare dei
cervelli artificiali in grado di autoincrementare il proprio
apprendimento e di provare sentimenti simili a quelli
umani...fantascenza??
Descargar

Intelligenza artificiale