LETTERATURA E
APPRENDIMENTO LINGUISTICO
Barbara Cauzzo De Luca
[email protected]
Nella Maccarrone
[email protected]
La lettura guidata del testo letterario
• Sviluppa la consapevolezza delle risorse
comunicative della lingua
• Favorisce lo sviluppo di processi interpretativi
che possono essere trasferiti in altri ambiti
linguistici
• Sviluppa la consapevolezza delle convenzioni
letterarie
• Favorisce il pensiero critico, il coinvolgimento
emotivo e la creatività individuale
• Offre contesti significativi per la produzione orale
e scritta
IO NON HO PAURA
Parte prima (frontale): presentazione dell’ autore
presentazione del romanzo
Parte seconda (laboratorio): Il mondo di Michele
E. M. Forster, Aspects of the Novel, 1927
We have defined a story as a narrative of
events arranged in their time-sequence. A
plot is also a narrative of events, the
emphasis falling on causality. ‘The King
died and then the queen died’ is a story.
‘The King died and then the queen died of
grief’ is a plot. The time-sequence is
preserved, but the sense of causality
overshadows it.
IO NON HO PAURA
di Niccolò Ammaniti
Nella Maccarrone
[email protected]
Parte prima
• Informazioni generali sull’ autore e sul
successo del libro
• Introduzione al romanzo: il titolo e la trama
• I personaggi principali
• L’ ambientazione: contesto socio-culturale
• Il punto di vista e il linguaggio
• Michele: paura e coraggio
• Temi in contrasto
Incipit
Stavo per superare Salvatore quando
ho sentito mia sorella che urlava. Mi
sono girato e l’ ho vista sparire
inghiottita dal grano che copriva la
collina.
La trama - parole-chiave
• VACANZE ESTIVE - BANDA DI BAMBINI PAESINO
DEL SUD
• PADRE CAMIONISTA - MADRE CASALINGA SORELLINA
• GIOCHI - PEGNI CRUDELI
• CASA ABBANDONATA - COETANEO PRIGIONIERO SCAPPA
• RITORNA - SOLIDARIETA’ - RAPITO
• RISCATTO - POLIZIA - SEQUESTRATORI UCCIDERE
• PADRE - SPARA
Soluzione
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
VACANZE ESTIVE
BANDA DI BAMBINI
PAESINO DEL SUD
PADRE CAMIONISTA
MADRE CASALINGA
SORELLINA
GIOCHI
PEGNI CRUDELI
CASA ABBANDONATA
COETANEO
PRIGIONIERO
11.
12.
13.
14.
15.
16.
17.
18.
19.
20.
SCAPPA
RITORNA
SOLIDARIETA’
RAPITO
RISCATTO
POLIZIA
SEQUESTRATORI
UCCIDERE
PADRE
SPARA
Personaggi principali
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Michele Amitrano (il protagonista - la voce narrante)
La madre di Michele
Il padre di Michele
Maria (la sorellina di Michele)
Teschio (il compagno più grande, il ‘capo’)
Barbara (la compagna ‘cicciona’)
Salvatore (l’amico)
Gli Scardaccione (la famiglia di Salvatore, i ‘ricchi’)
Felice Natale (il ‘bullo’)
Filippo (il bambino sequestrato)
Sergio (l’ospite romano)
Primavera/estate 1978
• Rapimento di Aldo Moro e strage della sua
scorta (16 marzo)
• Ritrovamento del cadavere di Moro (9 maggio)
• Peppino Impastato ucciso dalla mafia (9
maggio)
• Dimissioni del Presidente Leone (giugno)
• Elezione del Presidente Pertini (8 luglio)
• Morte di Papa Paolo VI (6 agosto)
Il fenomeno dei sequestri di persona
Povertà e arretratezza del sud
I giochi di Salvatore
Contrasti
Temi in contrasto
giorno notte
bambini adulti
nord sud
eroi mostri
coraggio paura
benessere povertà
lealtà tradimento
L’ immaginario di Michele
Coraggio
Paura
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Tiger Jack
Papà
Albero di carrubo
Giorno
I morti
Scarafaggi e millepiedi
Streghe
Orco
Lupo mannaro
Bambino pazzo
Notte
Vipere
Zingari
Uomo nero
Giganti di terra
Linguaggio
Semplice e diretto, caratterizzato da:
• Vocaboli propri della parlata del Sud
• Frequentissime similitudini tratte dal mondo
degli animali
• Ripetuta assenza dei congiuntivi
• Termini espliciti (scatologici e sessuali)
Parte seconda
(workshop)
Il mondo fuori e dentro Michele
Il mondo di Michele “fuori” (contesto sociale)
P.
Chi sono/che cosa
sono
Che cosa fanno/ come si
presentano
Realtà sociale che ne emerge
La gente
di Acque
Traverse
12,
13
62
74
131
Melichetti
Pietro Mura
Felice natale
Emilio Scardaccione
Alleva maiali
Contadino, ex barbiere
Disoccupato
Latifondista, avvocato a Roma
Che cosa li accomuna
Emarginati, falliti, poveri, tranne l’
avvocato, che possiede le terre e ha affari
poco chiari
I
compagni
e i giochi
6, 7
10
136/
7
-Teschio, Salvatore,
Michele, -Remo, Barbara,
Maria
-Gare in bici, pallone, ruba
bandiera, un de tre stella
Subbuteo
Formano una piccola banda.
Fanno i giochi di una volta, all’
aria aperta.
Solo salvatore possiede il Subbuteo
Rapporti e gerarchie
Comanda Teschio, che è più grande e
stabilisce regole e penitenze. E’ inteso che
gli altri devono rispettare la gerarchia o le
decisioni di gruppo. Sembrano mutuare il
mondo degli adulti
Salvatore è ricco epuò permettersi giochi
costosi.
La
famiglia
36/7
54/5
59
82/3
Papà
mamma
Fa il camionista. E’ spesso
assente. E’ una presenza virile
Fa i lavori domestici e serve i
familiari. Ruolo femminile
arcaico
Insegnamenti e modelli
Il padre si aspetta che Michele sia forte e
muscoloso.
La madre si preoccupa di che cosa la
gente pensa di lei come educatrice. Ruoli
convenzionali per uomo e donna
Il ‘vecchio’
87/8
88/9
98/9
Sergio Materia
Ha un passato poco pulito. Sembra
il capo e insulta il padre di
Michele. Si comporta in modo
sospetto
Intrusione
E’ un elemento esterno di turbamento.
Invade la quiete familiare. Si comporta
come un romano arrogante
Il mondo di Michele “dentro” (aspetto psicologico)
Chi sono
p.
Che cosa fanno/Come vengono
percepiti
Realtà psicologica che ne
emerge
I mostri
44
53/4
61
118
201/2
Orchi
Lupo mannaro
Streghe
Brutti sogni
Giganti di terra
Minacciosi, mangiano i bambini ,
agiscono di notte,
Paure
Attraverso i mostri Michele dà un volto
alle sue paure. In questo modo le
esorcizza, trova risposte alle sue domande
e riesce perfino a controllare l’ affiorare
del suo inconscio
Gli eroi
48/9
54, 81
64
Tiger Jack
Papà
Zoff
Sanno come comportarsi, hanno
coraggio, sanno dare risposte e sono
vincenti
Conforto
Costituiscono modelli positivi cui Michele
di aggrappa per darsi coraggio
Filippo
71,2
115/16/1
7
216/17
Il bambino nel
buco
Dal momento in cui Michele capisce che il
bambino è vivo, lo percepisce prima come
un fratello minorato, poi come un
coetaneo pazzo, infine come un amico in
pericolo
Confronto
Nell’ evolversi della suo rapporto con
Filippo, Michele vede rispecchiarsi le
proprie paure e la propria solitudine e
porta alla luce la propria umanità
Traditori
92
138
150
Papà
Michele
salvatore
- è lui l’ uomo nero
- scambia il suo segreto con un gioco
- vende l’ amico per una lezione di guida
Crescita
Attraverso la scoperta che il male sta nelle
persone e non nei mostri , Michele supera
le paure infantili e trova la forza di
affermare la sua umanità in un gesto di
grande coraggio.
Invito ad un ulteriore percorso di
lettura
Che cosa permette a Michele di
differenziarsi dalla amoralità che lo
circonda?
L’ umanità di Michele:
dall’ accettazione del pegno
alla sfida dei mostri
Fabrizio De Andrè – Hotel Supramonte
E se vai all'Hotel Supramonte e guardi il cielo
tu vedrai una donna in fiamme e un uomo solo
e una lettera vera di notte falsa di giorno
e poi scuse accuse e scuse senza ritorno
e ora viaggi ridi vivi o sei perduta
nel tuo ordine discreto dentro il cuore
ma dove, dov'è il tuo amore
ma dove è finito il tuo amore.
Grazie al cielo ho una bocca per bere e non è facile
grazie a te ho una barca da scrivere ho un treno da perdere
e un invito all'Hotel Supramonte dove ho visto la neve
sul tuo corpo così dolce di fame così dolce di sete
passerà anche questa stazione senza far male
passerà questa pioggia sottile come passa il dolore
ma dove, dov'è il tuo cuore
ma dove è finito il tuo cuore.
E ora siedo sul letto del bosco che ormai ha il tuo nome
ora il tempo è un signore distratto è un bambino che dorme
ma se ti svegli e hai ancora paura ridammi la mano
cosa importa se sono caduto se sono lontano
perché domani sarà un giorno lungo e senza parole
perché domani sarà un giorno incerto di nuvole e sole
ma dove, dov'è il tuo amore
ma dove è finito il tuo amore.
Fonti e riferimenti
•
•
•
•
•
•
•
N. Ammaniti, Io non ho paura, Einaudi Scuola,2003
P. Scaccia,Sequestro di persona, Ed. Riuniti, 2000
F. De Andrè, Fabrizio De Andrè, CD,1981
www.iononhopaura.it
www.einaudi.it
www.niccoloammaniti.com
www.wikipedia.com
Descargar

Il mondo di Michele