CONOSCENZE SCIENTIFICHE,
PROTEZIONE, INFORMAZIONE:
IL PANORAMA ATTUALE
Paolo Vecchia
Istituto Superiore di Sanità, Roma
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
La salute è uno stato di completo benessere
fisico, mentale e sociale e non semplicemente
l’assenza di malattie o infermità
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
IN QUALI SEDI LE AUTORITA’ NAZIONALI POSSONO
RICERCARE UN PARERE SCIENTIFICO ATTENDIBILE?
Prima di formulare le politiche nazionali è importante che i governi
ottengano il miglior parere scientifico sulle materie interessate.
I comitati, nazionali o internazionali, costituiti da scienziati indipendenti sono
riconosciuti dalla comunità scientifica come gli organismi più qualificati a
fornire le informazioni più attendibili e scientificamente sostenibili.
I pareri individuali, anche quando sono forniti da scienziati, non sono
attendibili come quelli offerti dai comitati multidisciplinari di esperti.
Ciò risulta particolarmente vero quando si parla di campi elettromagnetici,
un campo che coinvolge diverse branche della scienza e in cui sono state
espresse varie opinioni discordanti.
Commissione Cognetti, 2002
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
WHO EMF Project
Scientific Evidence
Standards and
Policies
Environmental
Impact
International
Scientific Reviews
Standards
Review of EMF Impacts
on Environment
Health Status Reports
Research Gaps
Review of
World Standards
WHO
Task Groups
Research
Co-ordination
Valutazione del
rischio
Information on
Environmental Impacts
For Future
Developments
Collection of
Research Database
WHO/IARC
Task Group Reviews
Health Risk
Assessment
WHO Environmental
Health Criteria
Develop Frameworks
for
Gestione del
rischio
• Cautionary measures
• Standards
• Model Legislation
Develop
EMF Management
Programme for
- Public
- Workers (NIOSH)
Information and
Training
Information
Publications
Risk Perception
and Communication
Web site
in Multiple Languages
Seminars
and W/G Reviews
Fact Sheets
WHO
in Multiple Languages
Task
ComunicazioneGroups
del
rischio
Peer review articles
and
Proceedings of
meetings
Training Programmes
- Internet
- Seminars
Global
EMF Standard
National Authorities and Public
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
Risk Handbook
RICERCA: LE DIMENSIONI
● Nessun settore della ricerca medica ha impegnato tante risorse
economiche e umane quanto i campi elettromagnetici.
● Circa 250 milioni di euro spesi negli ultimi 10 anni (OMS)
● Circa 15 milioni di euro all’anno investiti in Europa
● Decine di migliaia di studi disponibili
● I CEM come tematica prioritaria del 5° Programma Quadro
● L’Italia unico paese presente in tutti i progetti europei
● Numerosi progetti nazionali (Francia, Gran Bretagna, Olanda, Svezia…)
● Nessun progetto nazionale italiano
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
RICERCA: GLI ATTORI
● Bioelectromagnetics Society (BEMS)
● European Bioelectromagnetic Association (EBEA)
● Azioni Europee COST (244, 244bis, 281)
● OMS
● Commissione Europea
● ICEmB (Consorzio Interuniversitario per lo studio delle
Interazioni tra Campi Elettromagnetici e Biosistemi)
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
RICERCA: LA VALUTAZIONE DEI DATI
● OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità)
● ICNIRP (Commissione Internazionale per la
Protezione dalle Radiazioni Non Ionizzanti
● Commissione Europea (EMF-NET, SCENIHR)
● IEEE-ICES
● Strutture di riferimento nazionali
Vasto consenso internazionale
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
SONO PERICOLOSI I CAMPI ELETTROMAGNETICI?
Tutti gli esami degli studi scientifici attuali, condotti da
alcune organizzazioni e associazioni professionali di
elevata reputazione hanno indicato che […] l’esposizione a
campi elettromagnetici al di sotto dei limiti ICNIRP non ha
prodotto conseguenze sanitarie negative confermate.
Commissione Cognetti, 2002
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
SONO PERICOLOSI I CAMPI A RADIOFREQUENZA?
(Giudizio del 1998)
Una revisione dei dati scientifici svolta dall’OMS nell’ambito
del Progetto Internazionale CEM ha concluso che, sulla base
della letteratura attuale, non c’è nessuna evidenza
convincente che l’esposizione a campi elettromagnetici a
radiofrequenza abbrevi la durata della vita, né che induca o
favorisca il cancro.
Organizzazione Mondiale della Sanità, 1998
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
SONO PERICOLOSI I CAMPI A RADIOFREQUENZA?
(Giudizio del 2006)
Negli ultimi 15 anni sono stati pubblicati vari studi che
esaminavano una possibile relazione tra trasmettitori a
radiofrequenza e cancro.
Questi non hanno mostrato alcuna evidenza che l’esposizione ai
campi generati dai trasmettitori aumentino il rischio di cancro.
Così pure, gli studi a lungo termine su animali non hanno
accertato aumenti nel rischio di cancro […]
Organizzazione Mondiale della Sanità, 2006
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
SONO PERICOLOSI I TELEFONI CELLULARI?
(Giudizio del 2002)
Nel complesso, gli studi epidemiologici e di laboratorio
condotti fino ad oggi hanno escluso con un ragionevole grado
di certezza che i telefoni cellulari provochino il cancro, almeno
per durate d’uso fino a 5 anni.
E’ molto difficile per gli studi epidemiologici escludere la
possibile esistenza di un piccolo rischio in alcuni sottogruppi
della popolazione, ma questi rischi sono biologicamente
plausibili? Al momento, la risposta sembra essere no.
Epidemiological Studies of Cellular Phones and Cancer Risk - A Review.
Report SSI 2002:16
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
SONO PERICOLOSI I TELEFONI CELLULARI?
(Giudizio del 2006)
I dati epidemiologici nel loro complesso indicano che l’uso di
telefoni mobili per meno di 10 anni non dà luogo ad alcun
aumento di rischio di tumori cerebrali o neurinomi acustici.
Per utilizzi più prolungati, i dati sono scarsi e le conclusioni sono
quindi incerte. Dai dati disponibili, sembra comunque che non vi
siano aumenti di rischio di tumori cerebrali negli utenti di lungo
periodo, con l’eccezione del neurinoma acustico per il quale
esiste qualche indicazione di associazione.
Scientific Committee on Emerging and Newly Identified Health Risks (SCENIHR),
2006
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
“L’ipersensibilità ai campi elettromagnetici non deve essere
usata come diagnosi, perché non esiste al momento nessuna
base scientifica per collegare i sintomi all’esposizione ai campi”
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
SONO NOCIVE LE STAZIONI RADIO BASE?
(Organizzazione Mondiale della Sanità)
Considerati i livelli di esposizione molto bassi ed i dati
accumulati fino ad oggi, non c’è nessuna evidenza
scientifica che i deboli segnali prodotti dalle stazioni radio
base e dalle reti wireless possano provocare effetti nocivi
per la salute.
Organizzazione Mondiale della Sanità, 2006
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
SONO NOCIVE LE STAZIONI RADIO BASE?
(Gran Bretagna)
Il complesso delle evidenze suggerisce a tutt’oggi che
l’esposizione a campi a radiofrequenza al di sotto delle linee
guida ICNIRP non provochi effetti nocivi per la salute della
popolazione.
Concludiamo che il complesso delle evidenze indica che non vi è
nessun rischio per la popolazione che vive vicino a stazioni radio
base, dato che le esposizioni prevedibili sono una piccola frazione
dei limiti.
Gruppo di Esperti Indipendenti sulla Telefonia Mobile (Rapporto Stewart), 2000
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
SONO NOCIVE LE STAZIONI RADIO BASE?
(Canada)
A tutt’oggi, non è emerso nessun aumento coerente di rischio per
la salute a causa dell’esposizione a campi a radiofrequenza.
Le esposizioni del pubblico a campi a radiofrequenza emessi da
stazioni radio base per telecomunicazioni mobili sono di intensità
sufficientemente bassa da non lasciar prevedere effetti nocivi per
la salute.
Società Reale del Canada, 1999
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
SONO NOCIVE LE STAZIONI RADIO BASE?
(Paesi Bassi)
A giudizio del Comitato, l’eventualità che possano
verificarsi, per effetto dell’esposizione ai campi
elettromagnetici generati dalle antenne, problemi sanitari
per la popolazione che vive e lavora presso stazioni radio
base è trascurabile.
Consiglio Sanitario dei Paesi Bassi, 2002
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
SONO NOCIVE LE STAZIONI RADIO BASE?
(Francia)
Nessuno studio scientifico ha potuto evidenziare effetti
biologici che implicherebbero un rischio sanitario per le
popolazioni che vivono vicino a stazioni radio base per
la telefonia mobile, tenuto conto del loro basso livello di
emissione di onde elettromagnetiche.
Senato Francese, 2002
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
SONO NOCIVE LE STAZIONI RADIO BASE?
(Spagna)
Le antenne di telefonia mobile non sembrano
rappresentare un pericolo per la salute pubblica.
Ugualmente, le evidenze attuali non indicano
associazioni tra l’uso di telefoni mobili ed effetti nocivi
per la salute.
Ministero della Salute e del Consumo, 2002
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
SONO NOCIVE LE STAZIONI RADIO BASE?
(Australia)
Non si prevede alcun effetto di danno alla salute dalla
radiazione a radiofrequenza emessa dalle antenne
delle stazioni radio base per telefonia mobile
Agenzia Australiana di Protezione dalle Radiazioni, 2004
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
SONO NOCIVE LE STAZIONI RADIO BASE?
(Perù)
Il complesso dei dati scientifici forniti fino a questo momento dalle
ricerche sugli effetti termici e non termici indica che a questi livelli
e a livelli molto più alti (100 o 1000 volte superiori) non si hanno
effetti sulla salute
Istituto Nazionale di Ricerca e Sviluppo delle Telecomunicazioni, 2004
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
SONO NOCIVE LE STAZIONI RADIO BASE?
(Nuova Zelanda)
Sulla base delle ricerche disponibili, non vi sono prove o
sospetti di rischi per la salute associati alle stazioni radio base.
Se la ricerca futura identificherà dei meccanismi che potrebbero
indicare possibili rischi, sembra verosimile che questi ultimi
saranno molto piccoli.
Si prende atto delle preoccupazioni del pubblico, e quindi si
incoraggia una politica di riduzione delle esposizioni a costi
bassi o nulli.
Ministero della Sanità - Laboratorio Nazionale delle Radiazioni, 2001
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
SONO NOCIVE LE STAZIONI RADIO BASE?
(Svezia)
Per riassumere, le stazioni radio base per telefonia mobile non
costituiscono alcun rischio per quanto riguarda la protezione
dalle radiazioni.
Istituto Svedese per la Protezione dalle Radiazioni (1998)
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
PROTEZIONE: GLI ATTORI
● ICNIRP
● IEEE-ICES
● Autorità governative e sanitarie nazionali
Vasto consenso internazionale
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
PROTEZIONE: IL CONSENSO
● Oltre 30 paesi hanno accolto le linee guida ICNIRP
● Raccomandazione Europea (per la popolazione)
approvata da tutti i paesi UE eccetto l’Italia
● Direttiva Europea (per i lavoratori) approvata
unanimemente sotto la guida dell’Italia
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
MISURE DI PROTEZIONE:
QUALI E PERCHE’?
Raccomandazioni dell’OMS agli stati membri
Affrontare i problemi sanitari
Norme coercitive
 Misure fondate su basi
scientifiche

Affrontare le preoccupazioni del
pubblico
Norme volontarie separate
 Misure precauzionali

Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
PROTEZIONE E PRECAUZIONE
Una politica cautelativa per i campi elettromagnetici
dovrebbe essere adottata solo con grande attenzione e
consapevolezza.
I requisiti per tale politica […] non sembrano soddisfatti né
nel caso dei campi elettromagnetici a frequenza
industriale, né in quello dei campi a radiofrequenza.
Organizzazione Mondiale della Sanità, 2000
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
World Health Organization
Framework
Guiding public health policy options
in areas of scientific uncertainty
Data prevista di pubblicazione:
Gennaio 2007
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
INFORMAZIONE: GLI ATTORI
● OMS (Opuscoli informativi)
● Autorità governative e sanitarie nazionali
● ISS (Traduzione degli opuscoli OMS)
● Ministero della Salute – CCM
● Consorzio Elettra 2000
● ARPA e strutture locali
Tutti i documenti OMS per il pubblico
sono stati tradotti in italiano
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
www.who.int/emf
www.elettra2000.it
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
PROGETTO “CAMPI ELETTROMAGNETICI E SALUTE”
Ministero della Salute – Centro Controllo Malattie
(CCM)
L’obiettivo generale è la creazione presso il CCM di una struttura
di riconosciuta competenza sui campi elettromagnetici per la
valutazione dei dati scientifici, la stima dei rischi sanitari e la
relativa comunicazione al pubblico.
Obiettivi specifici sono quelli di fornire:
● un’interpretazione condivisa dei dati scientifici
● strumenti di risposta rapida per situazioni di particolare criticità
Le onde della comunicazione
Ambiente, salute, informazione
Roma, 14 dicembre 2006
Descargar

COSA, PERCHE’, A CHI E COME COMUNICARE IN TEMA DI …